Salta al contenuto

Cos’è la compassione

La compassione non è cercare di cambiare l’altro, perché pensiamo ad esempio che non sta vivendo bene come potrebbe.

Non è cercare di insegnargli qualcosa per farlo stare meglio. Non è tentare di portarlo allo stesso tuo livello culturale perché, secondo te, il suo non è un livello tale da poter stare bene.

Questo proprio non ha niente a che vedere con la compassione, stiamo giudicando. La compassione invece è sentire la sofferenza altrui, il dolore, desiderare di alleviare la sofferenza dell’altro, non di cambiarlo.

Compassione significa semplicemente entrare in empatia con l’altro l’addove il giudizio non c’è. Se io in qualche modo lo sto giudicando e penso di essere in empatia con lui, sto sbagliando, non sono veramente in empatia sono nel giudizio, che è tutto un altro mondo.

Quindi, se sono veramente in uno stato di compassione per un altro, accolgo la sua tristezza, la sento e tramite il rapporto reciproco camminiamo insieme verso un nuovo stato di amore e di serenità.

+3

Modalità di svolgimento delle sessioni: Se penso di poterti aiutare faremo il punto sull’obiettivo e fisseremo la data del primo incontro. Se le nostre sessioni si svolgeranno dal vivo sceglieremo il luogo, mentre se in modalità online sceglieremo il mezzo. Gli incontri hanno la durata di circa un’ora.

× Scrivimi su Whatsapp