Salta al contenuto

Il problema è dell’emarginato o del gruppo?

Un emarginato potrebbe essere definito come una persona che non riesce ad integrarsi con un gruppo e quindi ad esempio a condividere i propri pensieri ed emozioni.

In genere, quando si pensa ad una persona di questo tipo si immagina una persona problematica, ma non è sempre così.

Vale anche il caso contrario, ossia il gruppo ha delle problematiche e l’individuo “più sano” non riesce a integrarsi in quel gruppo.

Quindi quando pensiamo a degli emarginati dobbiamo sempre chiederci: cosa porta questa emarginazione? Ma chiederselo nel profondo, il gruppo avrebbe bisogno di abbandonare il proprio ego e sentire, accogliere ciò che l’emarginato può donare al gruppo e alla sua evoluzione.